Copyright

Licenza Creative Commons
20th Century Charlie-It's only a Teenage Wasteland by Doc_Charlie is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.

martedì 27 maggio 2014

Work work work

Comunicazione di servizio a tutti gli utenti che seguono questo blog: so che avevo promesso di pubblicare almeno un post alla settimana, ma i recenti eventi lavorativi mi hanno costretta a staltare la settimana scorsa. Molto probabilmente salterò anche questa settimana e le prossime, almeno fino a luglio. Ma non temete guys! Quando tornerò avrò sicuramente tante cose da raccontare. Per il momento vi saluto e vi do appuntamento a luglio con i nuovi post. E se qualcuno dovesse passare per Bologna in giugno mi venga a trovare a Biografilm (6-16 giugno) e al Cinema ritrovato (25 giugno-5 luglio): troverete una pazza con 10 chili di attrezzatura video sulle spalle, che corre a dentra e a manca fra la Cineteca, il cinema Odeon e via Lame. Se mi riconoscete...offritemi una bottiglia d'acqua o una birra e ci faremo delle chiacchiere.

Nel frattempo, come sempre...
STAY TUNED!

domenica 18 maggio 2014

L'allarme dell'auto che suona alle due di notte

E' quasi l'una e mezza di notte ed io ho ancora gli occhi spalancati...maledizione! Se provassi a leggere? Meglio di no...sto leggendo un thriller. Se comincio poi non smetto più, tanta è la voglia di sapere come finisce. Va bene, niente libro...conta le pecore!

1...2...3...4...5...6.........

10567....è inutile!

No aspetta...mi si sta chiudendo un occhio. Forse ci siamo!
Mi sento il corpo pesante, come se si sfosse scaldato tutto in un colpo. Che bella sensazione!
Ci siamo, fra poco riuscirò a dormire.

FINO A CHE

ninoninoninoninoninoaaaaaaaaahaaaaaaaaahaaaaaaah
SILENZIO
ninoninoninoninoninoaaaaaaaaahaaaaaaaaahaaaaaaah
SILENZIO
ninoninoninoninoninoaaaaaaaaahaaaaaaaaahaaaaaaah

Ma che kaiser è questo rumore? Chi è che si mette a fare casino? Aspetta che controllo...
No! E' l'allarme di una macchina!!
Ok, calma...prima o poi si fermerà, non può certo andare avanti per sempre...

MEZZ'ORA DOPO

Dio, o chi per lui, manda un corpo celeste, un meteorite, una banda di gatti impazziti, godzilla, quello che ti pare, ma ti prego...fai smettere questa incessante tortura!
Certo, se non avessi avuto niente di importante da fare il giorno dopo potrei anche lasciare correre, mi metto le auriculari nelle orecchie e ascolto musica fino ad addormentarmi.
Ma la sfiga vuole che io domani abbia un maledetto colloquio di lavoro!

DAMN IT!

No problem baby! Anche se ormai ho gli occhi talmente spalancati che sembro Malcolm McDowell in Arancia Meccanica, tenterò lo stesso di dormire. Sono ben consapevole che domani avrò bisogno di almeno sei chili di correttore sotto le borse degli occhi, ma non importa.
Cerchiamo di risolvere il problema del rumore. Prima di tutto: chiudiamo la finestra. Morirò di caldo, la mia stanza sembrerà una fornace, ma non importa...devo assolutamente dormire.
Fa un caldo infernale qui dentro e nonostante la finestra chiusa...

ninoninoninoninoninoaaaaaaaaahaaaaaaaaahaaaaaaah

BASTA!! Adesso mi metto il cuscino sulla testa e voglio vedere se sento ancora quella tortura di allarme.

DIECI MINUTI DOPO

ARIA! Ho premuto talmente forte il cuscino che a momenti soffocavo. No un momento...il rumore! Non lo sento più! Magari ha smesso...potrei riaprire la finestra! Aspettiamo qualche minuto, casomai riprendesse.
Ha proprio smesso...sììììì! Non ce la facevo più con questo caldo.
Ah! Soave aria, riempimi i polmoni e rinfresca questa fornace. Ora posso dormire...

ninoninoninoninoninoaaaaaaaaahaaaaaaaaahaaaaaaah

No non lo sto sentendo davvero...è solo la mia mente che se lo immagina...

ninoninoninoninoninoaaaaaaaaahaaaaaaaaahaaaaaaah

Un momento...forse lo sto sentendo per davvero...

ninoninoninoninoninoaaaaaaaaahaaaaaaaaahaaaaaaah

E CHE C***OOOOOOOOO!!!!!!!

Lo sapevo che stanotte non avrei dormito...domani dovrò spiegare a chi mi fa il colloquio che sono stata sveglia tutta la notte a causa di un'allarme di automobile che suonava incessantemente.
Meglio tirare fuori la vecchia scusa della notte in discoteca...faccio più bella figura!

lunedì 5 maggio 2014

The Spoiler War


Ogni tanto capita che mi permetta di fare la persona normale e mi metta a scrivere ogni cinque minuti su faccialibro o su twittero, qualsiasi cosa stia facendo, dalla cacca alle riflessioni sull'universo. In particolare su faccialibro mi diverto a usare quelle nuove funzionalità presenti da pochi mesi: stato d'animo, che programma stai guardando e via di scorrendo. Quest'ultima ho voluto sperimentarla proprio oggi. Nella noia del lunedì mattina, fra ricerca di un lavoro e aggiornamento sulle serie televisive, ho pensato "ma sì, dai...proviamolo! Sto giusto guardando qualcosa". E quel qualcosa era Game of Thrones. Non so quanti di voi lo seguano, io lo trovo spettacolare. Però mi rendo conto che una serie molto seguita come questa ha il suo bagaglio di fan "mega permalosi". Passo a spiegare come vedo questa categoria, che ovviamente non comprende solo fan di Game of Thrones, ma anche fan di qualsiasi serie mediamente famosa: il minimo accenno alla serie li fa bagnare in posti dove non batte il sole, parlano solo ed esclusivamente della loro serie favorita insieme a loro simili (ce ne sono tanti ahimé). Nell'universo del social network sono soliti creare post taggando tutti gli amichetti della loro stessa specie e discutere di un'eventuale nuova puntata sotto gli occhi del mondo. E poi la chicca finale: se tu, spettatore medio che guardi serie, che ne sei appassionato ma solo fino ad un certo punto (vale a dire che non ti incazzi come una pantera se ti spoilerano qualcosa, come capita sempre alla sottoscritta), ti azzardi anche solo a pensare di dichiarare qualcosa in merito ad una nuova puntata (spoiler o no), costoro si trasformano in Massimo Decimo Meridio. Vale a dire "Al mio segnale, scatenate l'inferno!": ti attaccano come un'orda di Uruk-hai impazziti gridando che non puoi spoilerare e blablabla. Si da il caso che oggi, mentre mi guardavo l'ultimo episodio di Game of Thrones (episodio 5 della quarta stagione, titolo "First of His Name"), abbia avuto la tentazione di utilizzare una quelle nuove funzionalità di faccialibro di cui stavo parlando prima, in particolare la funzione "Che cosa stai guardando". Dato che avevo appena visto una scena molto particolare in cui uno dei personaggi (che d'ora in poi chiamerò Tizio Caio) confessa di aver fatto alcune cose, ho scritto su faccialibro cercando di tenermi sul vago "Tizio Caio è un gran bastardo", e ho tranquillamente continuato a guardare la puntata. Non passano nemmeno dieci minuti che un amico mi scrive "Ma non puoi spoilerare così!". Segue momento di assoluto silenzio, immediatamente rotto da una fragorosa risata (MIA). Dentro la mia testa si facevano strada commenti tipo "Ma come sei messo?? Ci fai o ci sei?".

Passo a spiegare perché ridevo: il tal gran bastardo di cui ho scritto ha rivelato di essere il colpevole di certi fatti, fino a qui ci siamo e non vado oltre, ma che fosse un gran bastardo non è una novità, nossignore! Il nostro caro Tizio Caio è un viscido bastardo dalla prima puntata della prima stagione, è un dato di fatto insindacabile. Ora ripeto, che cosa ho rivelato di tanto esagerato? Se state pensando "nulla" allora la pensate come me. Proprio nulla! Ho solo affermato ciò che era già stato affermato da ben QUATTRO ANNI!
Certo, non sono esente da colpe: mi è capitato di rivelare anticipazioni a chi non aveva ancora visto una data puntata di una certa serie, e ho anche chiesto scusa. Ma sinceramente penso anche che costoro, che mi mettono in croce per uno spoiler che spesso non è uno spoiler, dovrebbero evitare di sfracassare i cosiddetti al prossimo e dare una bella occhiata al loro praticello. No perché se io spoilero mi ammazzano, se spoilerano loro io devo tacere. 
Come la mettiamo così? Sì sì caro amico, parlo proprio con te! Com'è che mi accusi di spoilerarti Game of Thrones quando tu, due giorni prima, mi hai spoilerato Big Bang Theory e io non ti ho detto niente? Semplice: a me non me ne frega nulla, se mi capita di vedere scene particolari, che potrebbero rovinarmi la visione di una puntata io non dico niente, perché non me ne frega niente. E' un circolo vizioso. Insomma: lascia correre, non ti ho mica detto cha hai il cancro allo stadio terminale! 
Relax and take it easy!



E con questo chiudo...che amarezza!