Copyright

Licenza Creative Commons
20th Century Charlie-It's only a Teenage Wasteland by Doc_Charlie is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.

venerdì 18 gennaio 2013

Intruders On My Table: story of a film

Ecco qua, per il piacere dei vostri occhi, il mio primissimo cortometraggio in stop-motion (per chi non sapesse che tipo di tecnica è, vada qui). Come qualsiasi regista che si rispetti vi racconterò come è nato questo film. 
Tornata a casa per le vacanze di natale, la voglia di studiare per gli esami era pari a zero (e infatti mi sono ridotta all'ultimo minuto...come sempre). Il mio canale di YouTube non vedeva la luce di un nuovo video da mesi, forse anche un anno. La mia videocamera era piena di polvere, così anche la fotocamera. Un pomeriggio, mentre mia madre preparava il tiramisù, per evitare di starle addosso come uno stalker nella speranza di poter "piluccare" qualcosa, mi sono chiusa in camera mia. Comodamente seduta sul letto mi sono messa ad osservare i vari oggetti nella mia stanza, erano 4 mesi che non li vedevo, mi erano mancati molto. Poi la mia attenzione si è soffermata sul cavalletto della videocamera. Il mio cervello non ci ha messo molto a fare il collegamento. Ho imbracciato il cavalletto, montato la fotocamera e iniziato a girare. Certo, come qualsiasi film che si rispetti avrei avuto bisogno di una sceneggiatura, o al massimo un'idea. L'idea c'era, che poi si sia trasformata in una cosa diversa è un'altra storia. Inizialmente sono partita a girare con le due palline che vedrete all'inizio. La mia idea era di muoverle in maniera da creare una scenetta, ma dopo un paio di movimenti mi sono resa conto che non sarei riuscita a creare una scenetta con solo due oggetti. Al che ho cominciato a guardarmi intorno. Quando mi prende il flusso creativo non mi ferma nessuno...nel giro di pochi minuti ho trovato la soluzione al problema: usare i miei giocattoli! Una volta partorita l'idea dei giocattoli ho strutturato la scena in questo modo: i giocattoli sono gli intrusi che passeggiano liberamente sul mio tavolo, quando io non ci sono. Una sorta di Toy Story senza dialoghi, e molto più primordiale. Dopo qualche ciak ottenni ciò che volevo. Il resto, beh, non lo racconto nemmeno, perchè la parte del montaggio è sempre una barba. Noterete che i mezzi che ho usato sono "un pò poverelli": avevo solo la fotocamera a disposizione. La mia videocamera è vecchia e non la potevo usare. Noterete anche che il tipo di stop-motion che ho voluto usare non è così veloce come i soliti film in stop-motion. Ho deciso di farlo un pò più lento, anche per dare l'idea di oggetto fermo ad aspettare.
Non ho pensato al significato di questo cortometraggio fino a che non l'ho finito: nonostante abbia quasi 25 anni voglio ancora sentirmi bambina e giocare con i miei giocattoli, che ancora invadono la mia stanza. E vorrei anche che chi vedesse questo film si ricordasse di quando era bambino e la magnifica sensazione che si provava quando ci si metteva accovacciati sul pavimento a giocare. 
Svelato il segreto! Spero che vi piaccia!

0 commenti: