Copyright

Licenza Creative Commons
20th Century Charlie-It's only a Teenage Wasteland by Doc_Charlie is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License.

giovedì 26 aprile 2012

Vorrei...

Vorrei svegliarmi la mattina e non avere le occhiaie, dopo una notte passata sui libri a studiare. 
Vorrei continuare a studiare finchè posso, per ovviare l'inevitabile scontro con un lavoro non retribuito, o che non arriverà mai. 
Vorrei smettere di fare lavori non pagati. Li chiamano "stage", che è un modo carino per dire "ti stiamo sfruttando fino a che non sputi sangue". 
Vorrei continuare a lavorare nei film festival, ma non come volontaria.
Vorrei che la gente la smettesse di prendermi per un dizionario umano solo perchè sono traduttrice.
Vorrei svegliarmi la mattina e scoprire che non sono più a carico dei miei genitori, che si sfiancano per pagarmi l'università, i libri, l'erasmus, le uscite con gli amici, il cibo, i vestiti ecc.
Vorrei essere pagata per una traduzione su cui passo giorni interi, non 50 euro sottobanco e un calcio in culo.
Vorrei non dover lavorare fino a 90 anni. 
Vorrei prendere la pensione, e avere abbastanza tempo per godermela. 
Vorrei arrivare a fine mese con uno stipendio. 
Vorrei che tutti attorno a me fossero felici, anche quelli che non considero amici.
Vorrei che lo stato non si succhiasse tutte le mie tasse, solo perchè sono onesta.
Vorrei innamorarmi, ma non di uno stronzo.
Vorrei avere la forza di fare le valige e scappare via.
Vorrei smettere di lamentarmi.
Vorrei sognare un futuro diverso.
Vorrei tante cose...
Ma qui non le posso realizzare.

lunedì 9 aprile 2012

Down with love


C’è chi dice che essere innamorati è la sensazione più bella di questo mondo. Ed avere qualcuno che metterebbe a rischio la propria vita solo per salvare la tua è la più grande felicità che si possa provare. Non sono d’accordo. Non prendetemi per cinica, pessimista o vattelappesca. L’amore che molti di noi sognano, non esiste. Quell’amore che non ha lati negativi, che sconvolge una vita e che ti fa entrare in uno stato di grazia assoluta è soltanto una finzione. Perché dico questo? Perché io guardo molti film, leggo tanti libri ed è solo lì che ho trovato questo tipo di amore. Siamo stati condizionati a tal punto da credere che l’amore sia così come appare nei film o nei libri.
Statisticamente parlando, quante possibilità ci sono che tu riesca a trovare una persona che ti ama per ciò che hai dentro e non per il tuo aspetto, che ti renda felice, che non ti tradisca mai eccetera eccetera? Una su un milione? Forse anche meno, non sono molto brava in matematica. Comunque ci sono pochissime possibilità. E anche se riuscissi ad avere una botta di culo stratosferica e trovare una persona con la quale stai bene, che ami, che ti ricambia e non ti fa le corna, quanto potrebbe durare questa storia, prima che succeda un inevitabile patatrac? Dipende…può essere poco tempo o tanto o troppo.
Poi…ma una storia d’amore che non abbia nemmeno un piccolo lato negativo esiste davvero? Due fidanzati che non litigano e che stanno sempre a fare pucci pucci li abbiamo visti solo nei film. Parliamoci chiaro: se l’amore fosse come quello che vediamo nei film, sarebbe anche noioso no? Vi immaginate due persone che si incontrano, si innamorano e passano la loro vita insieme felici e contenti…ma che noia! La bella Cenerentola, con il suo bel principe che non dice mai una parola e passa la sua vita ad infilarle le scarpe che lei perde sempre per le scale…ma per favore!! L’amore vero, quello che esiste nella vita reale, non ha quasi mai un lieto fine! E anche ciò che appare un lieto fine, si rivela essere l’ennesimo capitombolo, alla fine.
Però io non dico questo basandomi solo su mie supposizioni. A me piace osservare, spesso senza dire niente, e riflettere su ciò che ho visto. Nonostante la mia indole sociopatica passo del tempo con alcuni amici fidati. Molte mie amiche hanno/hanno avuto/sono alla ricerca di un ragazzo (o boyfriend, chiamatelo un po’ come vi pare). Una a una le ho viste mettersi insieme a ragazzi, che per carità…bravissimi, simpaticissimi ecc, e mollarsi con la velocità di una ventata d’aria fritta. Le ragioni? Litigi pesanti, corna varie, gente che non si fida, amici che fanno la spia e compagnia bella (l’elenco è troppo lungo). Molte mie amiche sono uscite da storie, durate anche anni, letteralmente distrutte. E io, impavida silenziosa osservatrice, vengo interpellata ogni qualvolta si tratta di dare consigli amorosi, come se avessi una saggezza infinita in tale campo. No, non sono un’esperta in fatto di amore e di storie d’amore, e ammetto che l’ultimo ragazzo che ho avuto non era proprio un fidanzato (vedi la voce “trombamico” nel dizionario), ma quello che vedo tutti i giorni mi basta e mi avanza per avere una conoscenza smodata di fatti amorosi/storie che non vanno ecc.
Gli unici consigli che posso dare alle povere amiche che si vedono il loro idillio amoroso capitolare si basano su miei personali ragionamenti logici e razionali. Sono ben consapevole che quando si tratta di cose del genere la razionalità ha poca voce in capitolo, ma non ci posso fare niente…per me non ragionare di logica è come morire per asfissia. Forse dico queste cose perché non mi sono mai innamorata? No, non credo…io mi innamoro tutti i giorni. Ma l’oggetto del mio innamoramento non è una persona, bensì una miriade di cose: mi innamoro del cielo stellato, di un assolo di chitarra, del vento che mi scompiglia i capelli, di una sensazione di pace interiore…è amore anche quello, solo in forma differente.
E quando poi arrivano le amiche, le stesse che vengono brutalmente scaricate da uomini cretini/che scaricano uomini non degni della loro attenzione, mi vengono a dire “Oh, ma te quando te lo trovi un ragazzo? Ti devi sistemare, ragazza!”, io rispondo con un secco “Mai!”. Perché se devo trovarmi un ragazzo che poi mi fa stare male, compromettendo il mio cervello, la mia mente razionale e la mia capacità di ragionare da persona adulta, meglio starmene da sola ed innamorarmi delle sensazioni di una amore che non potrò mai assaporare.
Magari un giorno arriverà, ma fino ad allora…
AMORE? NO GRAZIE!